Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Chi ha ragione tra il mio amico Simone e Barney Panofsky?

Una volta il mio amico Simone ha tirato fuori, su Twitter, una delle sue piccole perle di saggezza. Nel suo messaggio in (meno di) 140 caratteri diceva, semplicemente: “Ogni tanto, arrendersi anche”. Era il 28 marzo 2015 e io quel tweet lì l’avevo stellinato (a quel tempo il social network non aveva ancora avuto la pessima idea di sostituire le stelline con i cuoricini) e me lo ripetevo ogni giorno come un mantra. “Molla”, “arrenditi”, “lascia perdere”. Ma a volte – paradossalmente – mollare è la cosa più complicata da fare, il che è strano perché se penso, per esempio, al tiro alla fune, tenere la presa è l’azione più difficile e più faticosa, mentre per mollare basta semplicemente mollare. Aprire le mani, lasciar andare la corda. Insomma, io cercavo di seguire il consiglio di Simone, e più non ci riuscivo più mi sembrava assurdo.

L’altra sera ho riguardato “La versione di Barney”, e a un certo punto del film lui dice alla moglie una cosa di una tenerezza spiazzante. La guarda e le dice: “Per caso, mi sono mai arreso quando si trattava di te?”. Lei risponde “No” e lui allora conclude dicendole: “E cosa ti fa pensare che lo farò adesso?”. Per capirci, Barney non è uno che ha seguito il consiglio di Simone. E non so dire se abbia fatto bene (la moglie lo lascia lo stesso) però io fino alla fine ho fatto il tifo per lui.

P.s. Il mio amico Simone ha una bella newsletter che potete ricevere iscrivendovi qui.