Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
ronny-rosenthal-liverpool-fc-550325764

Non solo #Lazio: quella volta che a Udine scrissero “Rosenthal vai nel forno” (#AnnaFrank)

Nel 1989 l’Udinese arriva terza in classifica e si guadagna la promozione in serie A. Bisogna organizzare una rosa all’altezza del campionato, e la società mette gli occhi sul centravanti israeliano Ronny Rosenthal, che ha 26 anni e gioca nello Standard Liegi.
Mentre dentro la sede dell’Udinese il presidente Giampaolo Pozzo si prepara a sborsare 3 miliardi di lire per il giocatore, fuori dalla sede iniziano a comparire alcune scritte sulla facciata del palazzo: “Rosenthal go home”, “Rosenthal vai nel forno”, “Via gli ebrei dal Friuli”.
Al presidente Pozzo viene recapitata una lettera di minacce di morte in caso di ingaggio del centravanti israeliano.
E a Rosenthal i medici sportivi dell’Udinese riscontrano lo schiacciamento di una vertebra lombare. Ci dispiace, dicono i friulani al Liegi, ve lo dovete riprendere.
E così l’israeliano che sognava di giocare “nel campionato più bello del mondo” torna in Belgio, e poco dopo si sposta a in Inghilterra. Liverpool, Tottenham, Watford: alla fine della sua carriera, nel 1999, avrà collezionato 118 presenze in Premier League.