Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
wrongonyou-29

I concerti che mi perdo

E’ quel periodo della mia vita in cui non sono mai dove vorrei essere. Il più delle volte sono in treno. Per un sacco di anni di treni ne ho presi parecchi, così tanti che m’ero giurata che non ne avrei presi più. E invece eccomi qua, trolley in una mano e guinzaglio di Carlos nell’altra. Di treni sono così esperta che vorrei candidarmi a designer del sedili di Italo: quelli lato finestrino sono troppo lontani dal vetro, nemmeno una giraffa avrebbe il collo così lungo da riuscire ad appoggiarcisi con la testa. Magari lo propongo agli americani che intanto si sono comprati i treni e i loro scomodi sedili.

C’è di buono che quando viaggi hai tanto tempo per ascoltare la musica, ed è quello che faccio io. Poi mi piacerebbe anche ascoltarla dal vivo, ma ho un treno da prendere anche il 16 febbraio, altrimenti andrei al MIAMI ORA, che è il nuovo appuntamento organizzato da BetterDays.

Quella del 16 febbraio sarà la prima di due date, perché “a Milano non esistono location indoor in grado di ospitare un festival così come lo avevamo pensato – spiegano Stefano Bottura e Carlo Pastore, i direttori del festival – così abbiamo deciso di dare vita a due serate parallele, affiancate ma autonome, ognuna con una propria anima”.

Ecco i due appuntamenti:
16 Febbraio: Wrongonyou, Verano, Dubfiles, Andrea Poggio, Gigante (Santeria Social Club)
24 Febbraio: Ghemon, Rkomi, The Night Skinny, Ensi, Coma Cose, Belize (Fabrique)