Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

"I libri conoscevano le mie pene, i bisogni, gli scontenti. In ognuno di loro c'era una frase, una lettera che era stata scritta solo per me". (Erri De Luca)

Sono nata a Sorrento appena in tempo per assistere al terremoto. Il mio primo ricordo è una Olivetti Velentine rossa: forse è per colpa di quella macchina per scrivere se non ho mai avuto una bella calligrafia e forse è per lo stesso motivo se ho deciso di fare la giornalista. Mi sono laureata in scienze della comunicazione all’Università di Perugia con una tesi sull’analisi linguistica dei comunicati delle Brigate Rosse; ho frequentato un master in criminologia all’Università La Sapienza di Roma e poi la scuola di giornalismo all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ho scritto per Il Corriere dell’Umbria, Il Corriere di Arezzo, Il Denaro, Bar Giornale, Pianeta Hotel, Ristoranti, Top Girl, Cosmopolitan, Donna Moderna, Confidenze, Gazzetta.it. Dal 2012 lavoro al Sole 24 Ore, dove mi occupo di fisco ma anche di social network. Per le edizioni San Paolo ho pubblicato “Morte di un blasfemo”, che racconta la vita e la morte di Shahbaz Bhatti, ministro pachistano di fede cristiana. Sono esperta in traslochi, cantautori italiani, serie tv e colazioni. In altre parole: l'ultima frase forse non c'entra niente. Forse.